Iniziative 2011

 
 
 

 


In occasione della manifestazione
PIANETA GALILEO Livorno

Martedì 8 novembre, ore 11.00
presso ISIS Niccolini-Palli, via Rossi 6, Livorno

Proiezione film documentario e conferenza
su Federigo Enriques

Marco FRANCIOSI, Università di Pisa


a cura del Centro Studi Enriques di Livorno

Per studenti classi quinte della scuola secondaria di secondo grado.
Presiede: Nedi Orlandini, Dirigente scolastico ISIS Niccolini Palli


download: locandina

 

segnalazione conferenza

Gioved ì 10 novembre ore 19:00
Federigo Enriques: le armonie nascoste
con Tina Nastasi ed Edoardo Sernesi

a cura di
Associazione Culturale formaScienza

www.formascienza.org


download: locandina

 

 

 

30 Giugno 2011

Pubblicato online
il bando per il premio Enriques 2011-2012

Possono partecipare all’edizione 2011/12 del premio,
tutti coloro che abbiano sostenuto tesi di dottorato in
di argomento storico e/o filosofico a partire dall’anno accademico 2004/2005.

Le tesi possono essere inviate entro e non oltre il 31 dicembre 2012.

 

Presentazione del volume

PER GUIDO TORRIGIANI

a cura di Ornella Pompeo Faracovi

con intervento musicale degli
allievi della classe di musica da camera
del M° Angelo Bartoletti

venerdì 17 giugno 2011, ore 21
Auditorium "Cesare Chiti" - Livorno
Via Galilei, 40 - 57122 Livorno



Istituto Superiore di Studi Musicali
"Piero Mascagni"

Alta Formazione Artistica e Musicale


download: locandina

 

 


download: locandina

 

 

OMAGGIO A IMRE TOTH

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici
Via Monte di Dio, 14 – Napoli
Mercoledì 11 Maggio 2011, ore 16

Luca Maria Scarantino, Ricordo di Imre Toth

Ornella Pompeo Faracovi, Geometria e libertà: Toth, Enriques, Bruno

Francesco Di Benedetto, Riflessioni sul platonismo matematico.

 


Imre Toth è stato forse l’ultimo degli umanisti: filosofo perché matematico, alla perenne ricerca, per dirla con Platone, di “che cosa sia un uomo, e che cosa spetti a tale natura fare o subire di differente dalle altre nature” (Teeteto,174b). La sua anima, amica naturale del pensiero filosofico e scientifico dei Greci, scelse di vivere fino in fondo, e con piena coscienza delle sue responsabilità, il terribile Novecento, distillando da una lunga e laboriosa vita la riflessione nella quale vogliamo cogliere l’essenza delle sue idee: “la verità non è il limite della libertà, ma, al contrario, è la libertà a essere la fonte della verità”. Lo ricordiamo per aver restituito alla filosofia la sua dignità non scientifica, e alla matematica la sua dimensione di manifestazione dell’animo umano. Imre Toth ci lascia in eredità idee antiche che ridiventano sempre nuove, insieme alla speranza, o forse dovremmo dire alla responsabilità, di un’ennesima rifioritura dell’umanesimo.